Chi è il Caricaturista

Il mio nome è Angelo Sasso e sono nato a Napoli, zona centro storico, il 25 luglio 1969.

Da bambino ho mostrato subito grande volontà e tenacia che hanno reso possibile che esprimessi il mio talento inseguendo un sogno.

Nascere a Napoli è un dono, e soprattutto nel centro storico dove sembra di trovarsi in un teatro a cielo aperto, dove appunto teatralità, originalità e improvvisazione sono il pane quotidiano per i suoi abitanti è impossibile restare immuni a tanti stimoli.

In tale contesto è nata la mia voglia di osservare tutto ciò che mi circonda con occhi attenti e scrupolosi e riuscendo a disegnare continuamente tutto e tutti. In famiglia ho sempre respirato continuamente l’arte grazie al papà pittore che ancora oggi ricordo con tenerezza il suo operare.

Proprio i miei genitori sono stati tra i primi a capire e assecondare questa mia predisposizione e non potrò che essergli riconoscente.

Alle scuole elementari ero il mito dei miei compagni di corso che grazie ai miei disegni risparmiavano ramanzine da parte della prof. di disegno artistico.

Ha frequentato il liceo artistico e l’accademia di belle arti, ma ciò che ha plasmato la mia personalità in maniera ancora più definitiva, sono stati otto anni di animazione vissuti in villaggi e campeggi in giro per il mondo. Oggi per tutti sono IL CARICABARETTISTA in arte il caricaturista, colui che coglie il carattere, la vera essenza del soggetto e la disegna su un foglio facendo ridere a crepapelle la clientela con battute e risposte sempre goliardiche .

Col tempo ho sviluppato l’interesse per le vignette sportive e per le caricature, e in modo particolare nel caricaturare i personaggi famosi come Gigi Proietti, Sal da Vinci e tanti altri compresi personaggi del mondo del calcio.

La televisione infatti è stata per me una bella esperienza con le collaborazioni televisive per le trasmissioni sportive GOAL SHOW, su Canale 9 e IL BELLO DEL CALCIO, su Canale 21.

Grazie al mio estro riesco a portare fuori, marcandoli e dandogli un personalizzazione unica, sia l’aspetto del soggetto che il taglio espressivo, il suo atteggiamento e attraverso una scoperta attenta e allo stesso tempo subitanea, del più impercettibile tratto, riesco a cogliere, in maniera fedele e originale quei segni caratteristici che ne svelano, come per magia, la personalità e il carattere. Non una riproposizione quindi, più o meno simpatica e divertente della faccia, con l’evidenza del buffo o del difetto, ma una vera e propria analisi introspettiva del soggetto attraverso una chiave di lettura intimistica che ne mette a nudo il vero profilo: quello profondo dell’anima…